Ho già un cane, posso ospitare anche un gatto in casa? Sarà una convivenza difficile? Oggi parliamo di cane e gatto in appartamento, un argomento apparentemente difficile.

Sono come “cane e gatto”!

Secondo il famoso luogo comune, cane e gatto non vanno per niente d’accordo. È vero, infatti, che cane e gatto si comportano diversamente. Scopriamo perché.

Cane e gatto sono entrambi animali predatori e si comportano in modo differente. A differenza del gatto, il cane è infatti un animale sociale. Il cane si affeziona alla famiglia e tenderà a considerare il gatto parte integrante della sua famiglia. Tendenzialmente, però, si aspetterà di venir coccolato e sfamato prima del compagno gatto, considerandosi il capobranco.

Il gatto, dal canto suo, non è detto che abbia sempre voglia di interagire con il cane, che invece è un instancabile giocatore. Cani troppo vivaci possono non andare d’accordo con i gatti, perché continuerebbero a importunarli non appena si muovono. Alcune razze di cani sono infatti più adatte a convivere con i gatti, come il Golden Retriever e i Labrador.

Se il gatto scodinzola è nervoso, se il cane scodinzola vuole giocare. Come conciliare questi linguaggi differenti?

Come risolvere controversie tra cane e gatto

Quando cane e gatto parlano lingue diverse, la soluzione è concedere a ciascuno il suo spazio! Dare la possibilità al nostro gatto di riposare e sfamarsi in posti sopraelevati, non raggiungibili dal cane, garantirà il confort per una convivenza felice.

Se questo non è sufficiente, sarà necessario addestrare il cane per modificare il suo temperamento. Sarà infatti un’impresa quasi impossibili modificare l’indole del gatto! In alcuni casi, potrebbe essere una buona soluzione introdurre un nuovo animale in casa, per creare nuovi equilibri.

A parte alcuni casi difficili, spesso la convivenza tra cane e gatto non è affatto difficile!