I gatti sono animali molto puliti e molto indipendenti, ma è nostra responsabilità come padroni e come persone che li amano, occuparci della loro salute e del loro benessere. Una situazione che spesso viene definita di poca importanza, ma che può avere gravi conseguenze è l’otoacariasi: vediamo insieme come difendere il gatto dagli acari delle orecchie.

Che cos’è l’otoacariasi?

Una delle patologie che capita più frequentemente di vedere nel gatto è quella che i veterinari chiamano otoacariasiche dai più è conosciuta come acari nelle orecchie del gatto.

Gli acari sono degli animali parassiti molto piccoli – visibili solo al microscopio – che colonizzano le orecchie del gatto, creando dei danni e aprendo la strada a batteri, infezioni e virus.

I sintomi dell’otoacariasi

Il principale sintomo che deriva dalla presenza degli acari nelle orecchie è il prurito: questi microscopici animaletti sono molto pruriginosi, perché vivono nell’orecchio e si nutrono della cute interna, mordicchiandola continuamente e scavando anche delle gallerie. Noteremo che il nostro micio si gratta in continuazione lo stesso orecchio fino a procurare del sanguinamento.

Un altro segnale dell’otoacariasi è il colore del cerume, che diventa marrone molto scuro, quasi nero, a causa del mescolamento del sangue con la normale cera. Inoltre la produzione stessa del cerume aumenta, come meccanismo difensivo dell’orecchio stesso. Quando questi sintomi si presentano, portiamo il nostro micio dal veterinario il prima possibile.

Cosa succede se l’otoacariasi non viene tratta

Se non agiamo tempestivamente contro questi acari, il rischio è che il timpano venga danneggiato in maniera irreparabile, portando il nostro gatto alla sordità. L’otoacariasi, inoltre, può sfociare in un’altra complicanza, l’otoematoma: il gatto si rompe i capillari dell’orecchio a furia di grattarselo, esce del sangue, che però rimane tra le due parti di pelle – interna ed esterna – dell’orecchio, fino ad arrivare a fibrosi o deformazioni dell’orecchio.

Terapia e rimedi contro l’otoacariasi

Fortunatamente la terapia contro gli acari nelle orecchie del gatto è piuttosto semplice: basta uccidere i parassiti, e le uova che hanno deposto, e il problema si risolve. Di solito si utilizzano gocce auricolari contenenti alcuni principi attivi che fanno parte della classe dei carbammati o degli organofosforici, che sono antiacarici.

È importante aiutare il nostro micio a mantenere pulite le orecchie attraverso un detergente auricolare specifico per gatti, e in questo modo possiamo evitare che la patologia possa svilupparsi o ripresentarsi. Non facciamo di testa nostra, ma seguiamo sempre le indicazioni del veterinario!

Ecco come difendere il gatto dagli acari delle orecchie. Conoscevi questa patologia? Raccontaci la tua esperienza in un commento!