Quante volte, durante qualche ricorrenza, abbiamo fatto finire il nostro piatto al cane? Purtroppo, anche a scapito della sua felicità, questo non va assolutamente fatto. Vedremo assieme perché non dare i nostri avanzi al cane può giovare alla salute del nostro compagno di vita.

Perché non dare i nostri avanzi al cane 

Perché non dare i nostri avanzi al cane? Perché l’apparato digerente dei cani non è uguale a quello umano, perciò, certi alimenti non vengono digeriti secondo i processi adeguati. La vicinanza alla nostra specie li ha resi, per certi versi, simili all’uomo, ma non uguali dal punto di vista dell’alimentazione.

Le nostre ricette sono più gustose delle loro crocchette, ma una dieta a base di alimenti troppo ricchi li abitua ad uno squilibrio nutrizionale che potrebbe comportare una steatosi, cioè un accumulo di grasso nel fegato che ne impedisce il corretto funzionamento. Inoltre, anche reni e pancreas potrebbero essere soggetti ai sintomi di un’alimentazione scorretta.

I nostri avanzi al cane: i cibi da evitare assolutamente

Tra gli avanzi da non dare assolutamente al nostro cane ci sono:

  • Sughi e fritti in generale
  • Cioccolato
  • Uva e Uva passa
  • Caffè
  • Noci di macadamia
  • Alcool
  • Semi di frutta
  • Ossa cotte
  • Porri e cipolle

È fondamentale dare ai nostri compagni di vita crocchette che seguano il loro fabbisogno ed esigenze alimentari, con gli ingredienti più adatti e cotti secondo le giuste modalità, nelle quantità adeguate e in base alla taglia. È importantissimo non dare i nostri avanzi al cane! In questo modo, preserviamo il suo benessere.