Può succedere che per un viaggio, un impegno di lavoro o particolari necessità, non possiamo portare con noi il nostro cane. È importante potersi affidarsi a qualcuno che tenga conto delle necessità e delle abitudini di Fido: vediamo insieme come scegliere al meglio il dog sitter!

L’importanza delle referenze 

Un vero professionista, persona fidata e qualificata, fornirà una lista di famiglie con cui ha già lavorato e proprio la loro opinione sarà la più importante garanzia per scegliere al meglio il dog sitter.

Professionalità è sinonimo di organizzazione

Un dog sitter esperto fa dell’organizzazione una parte fondamentale della sua professionalità: avrà sicuramente con se un biglietto da visita, una lista di numeri da chiamare in caso di emergenza e un numero di telefono dedicato.

Le certificazioni e l’organizzazione del lavoro

In Italia, anche se siamo un po’ in ritardo rispetto ad altri paesi, ci sono diverse realtà nazionali e internazionali che certificano le capacità professionali del dog sitter che andremo a scegliere.

Aver seguito corsi appositi per l’accudimento di cane è sicuramente un titolo di preferenza, infatti porterà il dog sitter a seguire un metodo preciso: suddividerà gli orari di lavoro, creerà e condividerà checklist e guideline e nulla verrà lasciato al caso.

Un bravo dog sitter ha sempre un piano d’emergenza

Un professionista sa quanto sia importante poter gestire le emergenze. Per scegliere al meglio il dog sitter, chiediamo al nostro candidato la sua metodologia d’intervento in caso di ferite accidentali o malori dell’animale; e informiamoci sull’esperienza acquisita in precedenti occasioni.

Servizi aggiuntivi e sicurezza

Per scegliere al meglio il dog sitter, ogni proposta aggiuntiva rispetto al semplice accudimento dell’animale sottolinea una grande serietà: ad esempio personale abituato a lavorare con cani disabili, o esperti pronti a installare delle webcam in casa per permetterci di monitorare il nostro cane. Inoltre un buon dog sitter disporrà di speciali assicurazioni, così da coprire eventuali danni causati dal suo lavoro.

Ecco i nostri consigli per scegliere al meglio il dog sitter. Lascia un commento e raccontaci la tua esperienza!