Amiamo moltissimo i nostri cuccioli e per questo, con l’arrivo dell’estate, ne approfittiamo per portarli a fare lunghe passeggiate, a giocare al parco o in vacanza con noi. Come padroni è nostra responsabilità prenderci cura della loro salute e in estate dobbiamo essere particolarmente attenti agli insetti. Scopriamo insieme come proteggere il cane dalle punture di zanzara.

Le varie specie di zanzare

I tipi di zanzara presenti nel nostro paese sono quattro, e se la zanzara comune può rappresentare solo un fastidio per il nostro cane, le ultime arrivate, la zanzara coreana e la zanzara tigre, possono essere pericolose e dare vita a sintomi importanti.

Queste due specie di zanzare possono trasmettere la filariosi cardiopolmonare, oppure cutanea. I sintomi di questa malattia si possono manifestare anche a distanza di mesi rispetto al momento del contagio, e per questo motivo è importante eseguire periodicamente un test di controllo presso il nostro veterinario di fiducia.

I sintomi di una puntura di zanzara

I sintomi di una puntura di zanzara possono essere del tutto irrilevanti o più importanti. Le punture più fastidiose sono quelle della zanzara tigre che possono dare luogo a reazioni cutanee, bruciore e/o prurito. Più in generale, tutte le punture di zanzara potrebbero innescare, in casi particolari, reazioni allergiche.

Come difendere il nostro cane

Il primo passo è sempre la prevenzione, perciò dovremo eliminare le zanzare dal giardino o da tutti quei punti in cui possono proliferare le uova, come vasi con acqua stagnante, o più in generale, zone ricche di umidità. Dovremo poi affidarci a prodotti specifici e sicuri, ricordandoci di rinnovarli quando il loro effetto di avvicina al termine.

La maggior parte di antiparassitari usati per il controllo di pulci e zecche, esercitano anche un’azione antizanzara: si tratta, infatti, di antiparassitari ad ampio spettro. In ogni caso, controlliamo sempre il foglio illustrativo del prodotto per averne la certezza.

Il principio attivo si concentra nelle ghiandole sebacee dei follicoli piliferi nelle 24 ore successive all’applicazione e resta attivo per circa 20/30 giorni, ma ci sono collari in grado di durare fino a 6 mesi. I principi attivi più usati sono la permetrina, il Piriproxifene, l’Imacloprid e la Deltametrina.

Questi sono i nostri consigli per proteggere il cane dalle punture di zanzara. Tu ne conosci altri? Condividili con noi!