Prevenire è meglio che curare. Ma quando vaccinare il cucciolo di cane? La vaccinazione del nostro cucciolo è importante sin dalla tenera età, poiché le vaccinazioni permettono di bloccare sul nascere l’insorgere di gravi patologie.

Alla nascita, il cane gode delle barriere provenienti dal latte materno, le cui proprietà difendono il cucciolo durante le prime settimane di vita. È quando questa protezione comincia a scemare che dobbiamo intervenire con i vaccini.

Vaccinare il cucciolo di cane: quando cominciare

A 50 giorni dalla nascita, si può cominciare. Il primo vaccino da fare è quello contro la parvovirosi canina. 21 giorni dopo, si effettua sul cucciolo il vaccino pentavalente, che protegge da cimurro, parvovirosi, parainfluenza, epatite infettiva e leptospirosi. Infine, c’è nuovamente il vaccino pentavalente ad una distanza di altri 21 giorni dal precedente, per poi passare ai richiami annuali.

Vi state chiedendo se è previsto vaccinare il cane anche per la filariosi cardio polmonare? Sappiate che è necessario far seguire al proprio cane una cura a base farmacologica in grado di bloccare lo sviluppo delle larve di zanzara.

Come fare se il cane non ha seguito l’iter di vaccinazioni corretto

Se il vostro cane non ha seguito correttamente le fasi di vaccinazione, è opportuno consultare il proprio veterinario di fiducia ed eventualmente effettuare l’iter per i cuccioli appena descritto.

E tu hai fatto vaccinare il tuo cucciolo? Raccontaci la tua esperienza, la prevenzione non è mai da sottovalutare.