Tronchi d’albero e superfici ruvide sono i luoghi preferiti dal gatto per rifarsi le unghie. Se vivono in casa, però, prediligono tappeti, tende e arredamento. Questo comportamento non è un dispetto nei nostri confronti, ma deriva da un istinto naturale a cui il nostro micio non può resistere. Vi interessa capire perché il gatto si lima le unghie sui mobili? Vediamo insieme i possibili motivi.

Questione di natura

Graffiare le superfici più stimolanti del vostro appartamento sembra la sua attività preferita? Supplicarlo di smettere non servirà, né tantomeno arrabbiarsi. Sarebbe come rimproverarlo perché fa le fusa o ancora, come sgridare un coniglio perché rosicchia. In realtà, ci sono almeno tre buoni motivi del perché il gatto si lima le unghie sui mobili:

  • In questo modo riesce ad eliminare lo strato consumato delle unghie delle zampe anteriori, mettendo allo scoperto quello sottostante, nuovo e affilato. Per quanto riguarda le zampe posteriori, invece, stacca le parti usurate con i denti.
  • Questo movimento gli permette di allenare e irrobustire i muscoli che controllano la retrattilità degli artigli, un apparato importantissimo per cacciare, lottare e arrampicarsi.
  • Una terza funzione è la marcatura odorosa. Graffiando, il micio stimola i cuscinetti che sono muniti di ghiandole odorifere e servono a marcare il territorio. Seprende di mira la nostra poltrona preferita, è per sovrapporre il suo odore al nostro.
  • Inoltre bisogna aggiungere anche il piacere che il gatto prova nel rifarsi le unghie, per lui è molto soddisfacente. Impedirglielo è contro natura.

Come evitarlo?

Il primo passo per frenare i graffi nei luoghi indesiderati è intervenire il prima possibile, senza rimproverarlo. L’obiettivo è quello di guidare il gatto verso un supporto appropriato in modo da rendere meno interessante la posizione che aveva scelto in precedenza. È consigliabile quindi installare un tiragraffi vicino al suo posto preferito in modo che l’animale si abitui a farsi le unghie lì. Successivamente, l’obiettivo è quello di spostare gradualmente il tiragraffi, pochi centimetri al giorno nel posto giusto, preferibilmente vicino alla sua zona di riposo o la zona notte. Se il gatto non sembra attirato da questo nuovo strumento, potrebbe interessarvi il nostro articolo su come educare il gatto a utilizzare il tiragraffi.

Distrarre un micio che ha preso di mira tende, tappeti e divani, significa dargli una valida alternativa. Di solito i cesti di vimini piacciono parecchio. Possiamo lodarlo quando si rifà le unghie lì e lasciarglielo sempre a disposizione. Meglio sostituire un cesto di vimini che una tenda o un intero mobile!

Qual è la tua esperienza? Raccontacela in un commento.